Progetto Saffo

Grande entusiasmo e partecipazione per il Progetto SAFFO E LE ALTRE a scuola

Postato il

P1040508  P1040504

Il 21 maggio 2015, gli alunni e le insegnanti dell’Istituto Comprensivo “Garibaldi” di Aprilia (LT) si sono incontrati in Aula Magna, dalle 9,00 alle 11,30, per parlare della poesia femminile, dall’antichità a oggi.

Nel corso dell’anno infatti è stato attuato il Progetto “Saffo e le altre”, coordinato dalla Professoressa Franca Palmieri e condotto dalle docenti di Lettere e Lingue straniere, che hanno proposto agli allievi ricerche e approfondimenti su poete europee e internazionali.

È la prima volta che il Progetto Saffo e le altre, ideato da Dona Amati e seguito in tutta Italia, viene proposto in una scuola media.

20150521_103127

L’obiettivo era lo stesso del Progetto Nazionale, quello di recuperare alla memoria collettiva figure storiche femminili con il loro patrimonio letterario e diffonderne la conoscenza.

I ragazzi e le ragazze incuriositi e interessati alla poesia femminile, si sono impegnati a cercare informazioni riguardo la vita e le opere delle poete, della loro poetica, a leggere e recitare poesie.

20150519_132757                        20150519_132721

20150519_132828          20150519_132639

Sono state presentate le poete Saffo (630 a. C) Erinna ( IV secolo a.C.) , Sulpicia (1 sec. d. C.), Maria di Francia (1145), Elisabetta Trebbiani e Christine de Pizan (1300), Vittoria Colonna (Fine 1400), Isabella Di Morra, Gaspara Stampa e Louise Labé  (1500),Marceline Desbordes (Fine 1700), Elisabeth Barrett, Emily Dickinson , Annie Vivanti, Mariannina Coffa, Ada Negri (1800) Gabriela Mistral (Fine 1800) , Marguerite Yourcenar, Elizabeth Bishop, Ingeborg Bachmann, Antonia Pozzi, Anne Hébert, Margherita Guidacci, Maria Luisa Spaziani, Wislawa Szymborska, Alda Merini, Patrizia Cavalli (1900).

20150521_113758   20150521_112632  P1040509

 

In due turni d’incontro, 380 alunni delle classi prime, seconde e terze, coordinati dalle Professoresse Franca Palmieri e Raffaella Caiazza, Collaboratrice dell’Istituto, si sono confrontati con la produzione di cartelloni, elaborati artistici, video, presentazioni P.P., letture e riflessioni su quanto hanno appreso. Dalle loro parole è emerso che, conoscendo meglio la poesia delle donne, hanno imparato ad apprezzarla di più e, riunendosi in gruppo, hanno organizzato, in modo autonomo e creativo, il lavoro da svolgere. Alcuni ragazzi e ragazze durante l’incontro hanno espresso il desiderio di proseguire questo percorso,  perché ritengono importante conoscere, diffondere e valorizzare il pensiero delle donne, tanto da rendere tutti consapevoli che le loro capacità intellettuali sono pari a quelle degli uomini.

P1040462   P1040459

Sia le insegnanti che gli alunni  e le alunne si sono emozionati nell’ascolto delle poesie e nella condivisione della storia delle poete. Le loro produzioni hanno sorpreso gli adulti presenti in maniera molto positiva perché, oltre ad aver usato le conoscenze tecnologiche, hanno saputo curare la lettura espressiva, l’ascolto attento e il modo di comunicare in pubblico.

P1040450  P1040497

Inoltre è stato evidente quanto i ragazzi, correttamente stimolati, ripaghino in fiducia e bravura, dimostrando capacità riflessive, collaborative e attiva partecipazione. Sì è constatato un arricchimento reciproco che fa ben sperare per il loro futuro, un futuro in cui ci sia anche maggiore rispetto delle donne in quanto persone.

20150519_132730   20150519_132711