Progetto

FARE UNA RETE DI DONNE (E NON SOLO) CHE LEGGONO DONNE

Premessa

La poesia delle donne viene da lontano, è un dato storico incontrovertibile ma accuratamente trascurato da secoli di oscurantismo patriarcale che ha voluto la produzione culturale come esclusivo appannaggio, e fruizione, maschile.

Da sempre fuori dai programmi scolastici, solo da poco, e ancora in minima parte, è presente nei libri di testo e nella diffusione ufficiale della cultura.

C’è, quindi, ancora molto da fare per sdoganare figure storiche femminili dall’anomimato e per il proposito ambizioso di recuperare alla memoria collettiva il patrimonio letterario prodotto dalle donne.

E questo possono farlo le nuove voci poetiche femminili e chiunque intenda affiancarle.

Attivando percorsi di ricerca si recupereranno testi di poete scomparse, storiche, per restituirli alla memoria collettiva costituendoun archivio da utilizzare nei reading che si terranno nelle varie città.

Poete, e colleghi uomini, possono leggere e riconsegnare al presente questo valore immenso, la scrittura storica delle donne, costituendo una rete capillare sul territorio nazionale di gruppi lettori che lavorino in sinergia.

Le linee programmatiche:

  1. Realizzare una campagna di letture/incontri con il pubblico, costanti nel tempo,  su tutto il territorio nazionale, predisponendo strumenti e sinergie per interazioni con associazioni e movimenti  anche all’estero, per il riconoscimento del patrimonio letterario prodotto dalle donne.
  2. Chi intende aderire al movimento come coordinatrice territoriale, avvierà gruppi di lettrici/lettori, curando programmi di lettura che riguardino esclusivamente la produzione storica letteraria delle donne, con particolare attenzione a un giusto equilibrio tra autrici del passato e quelle moderne. Considerando lo scopo, dare cioè nuova opportunità di raggiungimento del pubblico a chi non è più in grado di farlo, e considerando altresì il notevole dispendio organizzativo, è preferibile non presentare autrici viventi per destinare tutto il tempo utile  alla lettura delle poete storiche ma non abbastanza storicizzate. Per le stesse ragioni non è gradita la lettura dei testi poetici prodotti dalle lettrici/lettori.
  3. È gradita la collaborazione di poeti e/o lettori uomini, il coordinamento resta comunque riservato alle donne.
  4. Ciascun gruppo territoriale è autonomo nella realizzazione dei calendari e delle modalità di lettura e farà capo alla coordinatrice. È consigliabile, per ciascuna lettrice, per ciascun lettore, presentare negli incontri con il pubblico un’autrice, esaminandone innanzitutto l’excursus biografico, questo per approfondirne la conoscenza storica.
  5. Ogni gruppo si attiverà per l’individuazione delle sedi necessarie per gli incontri: biblioteche comunali, spazi culturali, le scuole, locali ibridi come i lettere-caffè, le eno-librerie, inoltrando alle istituzioni la richiesta di patrocinio.

Perché si sappia che le donne, scrivono da sempre.


Un pensiero riguardo “Progetto

    Lisa Bernardini ha detto:
    25 marzo 2014 alle 13:57

    Come Presidente dell’Occhio dell’Arte e direttore artistico di numerosi eventi, metto volentieri a disposizione la mia esperienza per aiutare questo progetto. Non ho purtroppo molto tempo libero, ma concertando per tempo modalita’ e tipo di contenuti, ipotizzo in questa sfida culturale anche una collaborazione congiunta cn la mia associazione e nn solo cn la mia persona. Grazie per l’interessante opportunità rosa! Lisa Bernardini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.